LA SECONDA SOLUZIONE: CONCENTRAMENTO

Fu soltanto quando scoppiò la guerra ( 1 sett. 1939 ) che

il regime nazista divenne scopertamente totalitario e criminale.

Uno dei passi più importanti in questa direzione, sul piano

organizzativo, fu il decreto, firmato da Himmler, che fuse il

Servizio di sicurezza delle SS, che era un organo del partito e

a cui Eichmann apparteneva fin dal 1934, con la polizia di

sicurezza dello Stato, cioè con la polizia regolare, che comprendeva

anche la polizia segreta dello Stato o Gestapo.

Da questa fusione nacque l’Ufficio centrale per la sicuezza del 

Reich ( RSHA), il cui primo capo fu Reinhardt Heydrich .

L’ RSHA, inoltre era soltanto uno dei dodici uffici centrali delle 

SS : i più importanti erano l’Ufficio centrale dell’ordine pubblico,

diretto dal generale Kurt Daluege, che si occupava di rastrellare gli

ebrei, e l’ufficio centrale dell’amministrazione e dell’economia 

diretto da Oswald Pohl, che si occupava dei campi di concentramento

e più tardi s’interessò degli aspetti ‘economici’ dello sterminio.

Questa concretezza o oggettività, parlare dei campi di concentramento

in termini di AMMINISTRAZIONE e dei campi di sterminio di 

ECONOMIA, era tipica della mentalità delle SS, ed era una cosa

cui Eichmann, al processo, si mostrò ancora QUANTO MAI FIERO.

( H. Arendt, La banalità del male, Feltrinelli )

eichmann.jpg

  

 

LA SECONDA SOLUZIONE: CONCENTRAMENTOultima modifica: 2010-06-03T12:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento