IL MUSCHIO GRIGIO ARDE

Da   http://giulianolazzari.myblog.it

       http://pietroautier.myblog.it

….Con gente che non aveva niente a che fare con gli astanti,

gente che cresceva e traeva forza dalla difficoltà di raggiungersi,

dagli ostacoli che li separava, dai lunghi cammini.

Il silenzio.

E la maschera che lotta e si erode, e quella terra con le sue

minacce e l’eternità congelata, un destino radicato nella sensibilità

e nel desiderio che ognuno ha ereditato da chi l’ha preceduto,

e si tramanda in diversa misura nell’ineluttabile solitudine, in

compagnia di fantasmi e mostri generati dalle tenebre, e di

benigne illusioni.

E con quella maschera avrebbero tutti dovuto tornare alla

polvere che reclama l’uomo, povero prestito senza valore,

restituito per intero, alla fine del tutto.

Alla fine di tutto, ognuno, ancora e ancora, all’infinito di coloro

ai quali è stato concesso di sostare sulla terra e raccoglierne

gli orpelli nelle tasche dell’anima.

Perché polvere sei, e polvere ritornerai.

( Thor Vilhjàlmsson, Il muscho grigio arde, Iperborea )

                                         

fguujsterut.jpg
IL MUSCHIO GRIGIO ARDEultima modifica: 2010-06-06T14:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento