L’IMPALATORE (2)

– Guarda, guarda!                                                                           romania.jpg

– evidentemente gli era bastata un’occhiata –

“una è scritta da voi, e al mio amico

Peter Hawkins. 

L’altra…”

e a questo punto ha notato gli

strani caratteri, e il volto gli si

è oscurato, gli occhi hanno avuto

un lampo perfido – ” l’altra E’ UNA

COSA INDEGNA, UN OLTRAGGIO, ALL’AMICIZIA E ALL’OSPITALITA’!

Non è firmata. Bene, qund’è così NON CI INTERESSA…”

E, con tutta tranquillità, ha avvicinato lettera e busta alla fiamma della lampada,

(non oserai quelle rime….sono solo fuoco che brucia…tu essere….), fino a 

ridurle in cenere. 

Poi ha proseguito.

” La lettera a Hawkins…Be’, quella naturalmente la spedirò, visto che è priva di 

materia, e visto che è vostra. Le vostre missive per me sono sacre. 

VOGLIATE SCUSARMI, AMICO MIO, SE HO SPEZZATO IL SIGILLO, ma sono 

tzigano anche io e all’oscuro ….

Non volete richiuderla?”

Mi ha porto la lettera e, con un corretto inchino DA PRINCIPE, mi ha dato una 

busta nuova. No ho potuto far altro che riscrevere l’indirizzo e consegnargliela

in silenzio.

Qand’è uscito dalla stanza, ho udito una chiave girare piano nella serratura.

Un istante dopo, sono corso all’uscio, l’ho tentato: era serrato.

Quando un paio d’ore dopo, il Conte è tornato in silenzio nella stanza, mi ha risvegliato

perchè ero addormentato sul divano. 

I suoi modi sono apparsi estremamente cortesi e cordiali; avvedutosi che avevo 

dormito, ha detto: ” Oh, amico mio, siete stanco? Andate a letto. E’ quello il miglior

luogo di riposo. Questa sera può darsi che io non abbia il piacere di conversare con 

voi, perché ho molte INCOMBENZE DA SBRIGARE. Ma voi dormite pure, ve ne prego.”

Sono andato in camera mia e mi sono messo a letto e, strano a dirsi, ho dormito senza 

sogni. 

La disperazione ha le sue calme.

(Bram Stoker, Dracula)

kjiujhhgytgl.jpg

    

 

L’IMPALATORE (2)ultima modifica: 2010-08-22T10:38:28+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento