SAGGEZZA

Da http://giulianolazzari.myblog.it

     http://pietroautier.myblog.it

E pertanto ogni uomo deve essere almeno dotato di un eccezionale

autocontrollo: tale uno sarebbe, soprattutto, se fosse più forte del

denaro, di fronte al quale tutti si corrompono, e non risparmiasse

l’anima nell’impegnarsi a favore delle cose giuste e nel perseguire la

virtù, poiché appunto nei confronti di queste due cose che i più perdono

il controllo.

Ed ecco perché patiscono ciò: sono attaccati alla loro anima (se ne hanno una)

perché è appunto nell’anima che consiste la vita; questa tengono cara e

questa vogliono, per attaccamento alla vita e per le abitudini nelle quali sono

cresciuti; sono attaccati al denaro, invece, per tutte le cose che li spaventano.

E che cos’è che li spaventa?

Le malattie, la vecchiaia, le pene improvvise, e non intendo le pene inflitte dalle

leggi, da queste ci si può guardare e difendere, ma quelle come incendi, morti

di congiunti o di animali, o ancora altre sventure che incombono ora sui corpi,

ora sulle anime, ora sui beni.

E’ dunque a causa di tutte queste cose, per avere il denaro con cui affrontarle,

che ogni uomo aspira alla ricchezza.

E vi sono anche altre cose che, non meno di quelle nominate prima, spingono

gli uomini a far denaro: le rivalità degli uni verso gli altri, le ambizioni, il potere,

cose per le quali essi danno grande valore al denaro, perché contribuisce a siffatte

cose.

Chi è uomo veramente buono, invece, non va a caccia della fama con orpelli

estranei e sovrapposti dall’esterno, ma (solo) con la propria virtù.

( Anonimo di Giamblico, La pace e il benessere, Bur classici)

uijkmnhj.jpg
SAGGEZZAultima modifica: 2010-10-01T14:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento