SCIAMANI

Da http://pietroautier.myblog.it

     http://giulianolazzari.myblog.it

L’autore che affronta l’esame dello sciamanesimo da psicologo sarà indotto

 a considerarlo anzitutto come l’espressione di una psiche in crisi, se non

perfino in regressione; egli non mancherà di confrontarlo con certi comportamenti

psichici aberranti o di inserirlo fra le malattie di struttura isteroide o epilettoide

(ma queste categorie di persone, o qual si voglia ‘autori’ sono limitate dell’uso

della conoscenza e con essa del vasto mondo della cultura).

Diremo, innanzitutto, perché l’assimilazione dello sciamanesimo ad una qualsiasi

malattia mentale ci sembra inaccettabile.

Ma resta un punto importante, su cui lo psicologo avrà sempre ragione di richiamare

l’attenzione: che la vocazione sciamanica, non dissimilmente da qualsiasi altra

vocazione religiosa, si manifesta attraverso una crisi, una rottura provvisoria dell’

equilibrio mentale del futuro sciamano.

Tutte le osservazioni e le analisi che si son potute accumulare a tale riguardo sono

preziose: esse ci mostrano, in un certo modo ‘sul vivo’ le ripercussioni che all’interno

della psiche ha ciò che noi abbiamo chiamato ‘dialettica delle ierofonie’: la 

separazione radicale tra profano e sacro e la conseguente frattura del reale.

Dal che appare tutta l’importanza che noi volentieri riconosciamo a siffatte ricerche

di psicologia religiosa.

Quanto al sociologo, egli si preoccuperà della funzione sociale dello sciamano, del 

sacerdote, del mago: studierà l’origine dei prodigi magici, la parte che essi hanno

nell’articolazione della comunità, i rapporti fra capi religiosi e capi politici e così

via. 

L’analisi sociologica dei miti del ‘Primo Sciamano’ fornirà degli indici rilevatori

circa la posizione eccezionale che i più antichi sciamani ebbero in certe società

primordiali.

La sociologia dello sciamanismo deve essere ancora scritta e, quando lo sarà, 

costituirà uno dei capitolo più importanti di una sociologia generale della 

religione. 

(In questa sede non parliamo delle caverne ipertecnologiche ad uso di primitivi 

i quali hanno barattato la propria anima per un clava a forma di telefonino….)

(Mircea Eliade)

                                        

iujhnmjk.jpg

    

 

SCIAMANIultima modifica: 2010-10-23T20:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento