IL PERCHE’, ANALIZZIAMO LE STRUTTURE: I MANDANTI

Precedente capitolo

http://dialoghiconpietroautier.myblog.it/archive/2010/11/22/46-anni-di-vita-47-anni-dopo-3.html

IL CENTRAL INTELLIGENCE ACT del 1949:

Nel 1949 viene promulgato

il Central Intellience Agency                                          cia1.jpg

Act, una sorta di

provvedimento integrativo

dell’Atto del 1947, con cui

viene stabilito che la CIA

– possa sfruttare procedure

amministrative meno rigide

di quelle normalmente

previste per le

amministrazioni

pubbliche federali.

– sia esente dalle normali

limitazioni di spesa che

in via ordinaria sono

previste dalle vigenti

normative per i fondi pubblici.

Questa norma prevede che i fondi della CIA possono essere inseriti nel budget

di altri dipartimenti e trasferiti all’agenzia senza dover considerare l’originaria

assegnazione in bilancio, circostanza che codifica la segretezza delle reali

assegnazioni finanziarie della CIA.

In merito alla tutela delle fonti informative e alle possibili metodologie per

salvaguardarne la copertura. L’Atto del 1949 esenta la CIA dal dover dichiarare

informazioni relative al personale impiegato. L’ufficio del vicedirettore della

Central Intelligence evolve gradualmente. Fino al 1953, il ruolo di vicedirettore

viene assunto dal generale Walter Bedell Smith, poi quarto direttore della

Central Intelligence.

LA CENTRAL INTELLIGENCE AGENCY (CIA):

La CIA è un’agenzia indipendente, che risponde – tramite il DCI – direttamente

al PRESIDENTE e deve dar conto al popolo americano attraverso i comitati di

vigilanza inseriti nel Congresso degli Stati Uniti. La CIA riferisce regolarmente

ai Comitati parlamentari sull’Intelligence, così come stabilito dall’Intelligence

Oversight Act del 1980 e da vari altri provvedimenti emanati sotto forma di

Executive Orders. L’agenzia deve inoltre riferire al Defense Subcommittees

of the Appropriations Committees nelle due Camere del Congresso. Infine

la CIA è tenuta a produrre relazioni al Senate Foreign Relations Committee,

all’House Committee on Foreign Affairs, e agli Armed Service Committees,

nonché a tutte le altre commissioni o loro membri che ne facciano richiesta.

L’ORGANIGRAMMA:

L’architettura organizzativa della CIA è così strutturata:

– Directorate of Intelligence

la branca della CIA dedicata alle attività di analisi, ha il compito di produrre

(reperire, acquisire e classificare) e distribuire tutte le informazioni derivanti

dalle attività di intelligence in ordine alle tematiche dello scenario internazionale.

– Directorate of Science and Technology

realizza ed applica soluzioni tecnologiche innovative delle iniziative di ‘intelligence

collection’.

– Directorate of Operations

il cui vertice ha la responsabilità delle azioni clandestine di intelligence all’estero.

– Center for the Study of Intelligence

è l’entita cui sono demandati i compiti di gestire gli archivi storici e il materiale

di documentazione promozionale, nonché di incentivare gli studi e le ricerche

nel settore dell’intelligence, quest’ultima intesa come legittima e rigorosamente

seria disciplina.

– Office of General Counsel

supporta il direttore della Central Intelligence, la CIA e il Community Management

Staff in ordine a tutte le questioni di carattere giuridico.

– Office of Pubblic Affairs

ovvero l’articolazione dedicata alle relazioni istituzionali con l’esterno.

(Rapetto, Di Nunzio, L’Atlante delle spie)

cia2.jpg

 

 

IL PERCHE’, ANALIZZIAMO LE STRUTTURE: I MANDANTIultima modifica: 2010-11-23T08:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento