UNA VECCHIA CANZONE: SHELTER FROM THE STORM

photo_4_1964.jpg

Era in un’altra vita,

una vita dura di fatica e sangue,

quando l’oscurità era una virtù e la strada era

piena di fango.

Venivo da una terra incolta, una creatura priva

di forma –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

E se passo ancora per questa strada, sono certo,

farò  sempre del mio meglio per lei, su questo dò

la mia parola.

In un mondo di morte dagli occhi d’acciaio e di

uomini che combattono per stare al caldo –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Non una parola tra noi due fu detta, c’era di

mezzo poco rischio;

fino a quel punto tutto era rimasto in sospeso.

Prova ad immaginare un posto dove si sta

sempre caldi ed al sicuro –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Ero consumato dalla stanchzza, quasi sommerso

dalla grandine,

avvelenato dall’erba ed esausto del cammino,

braccato come un coccodrillo, devastato dall’alcool

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

dylan2.JPG

Improvvisamente mi girai e lei era lì,

bracciali d’argento ai polsi e fiori sui capelli.

Mi si accostò con infinita grazia e tolse la mia

corona di spine –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Ora c’è un muro tra di noi, qualcosa è andato

perso;

ho dato troppe cose per scontate, ho oltrepassato

i limiti.

E pensare che tutto è cominciato una mattina

tanto tempo fa quando

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Ebbene, il deputato s’arrampica sugli specchi ed

il predicatore cavalca una montagna;

ma niente veramente conta, è solo il destino che

comanda.

Ed il becchino con un occhio solo suona un

futile corno –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Ho saputo di bambini appena nati lamentarsi

come colombe,

e di vecchi sdentati paralizzati dalla mancanza di

amore.

Ho capito bene la tua domanda, amico, non c’è

speranza né salvezza? –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

In un piccolo villaggio in cima a una collina

hanno scommesso sui miei vestiti;

ho contrattato la mia salvezza e loro mi hanno

dato in cambio una dose letale.

Ho offerto la mia innocenza, col disprezzo sono

stato ripagato –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

Bene, vivo in un paese straniero, ma sono

costretto a passare il confine;

la bellezza cammina sul filo d’un rasoio, un

giorno o l’altro sarà mia.

E se potessi soltanto mandare indietro il tempo a

quando Dio e lei sono nati –

‘Vieni – lei disse – dalla tempesta ti offrirò

riparo’.

(Bob Dylan, Shelter from the storm)

dylan.jpg

 

 

UNA VECCHIA CANZONE: SHELTER FROM THE STORMultima modifica: 2010-12-02T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento