L’UOMO E LA NATURA (12)

 

 Precedente capitolo:

l-uomo-e-la-natura-lupi-11.html

Eretici in:

eresia-e-ortodossia-una-chiave-di-lettura-3.html

eresia-e-ortodossia-una-chiave-di-lettura-4.html

 

 

             098uijmh.jpg                                        

 

 

 

 

 

 

  he cosa dovrei dire dei lupi mannari?

Perché esistono dei lupi mannari che corrono per i villaggi

divorando uomini e bambini.

Come la gente dice di loro, essi corrono a gran galoppo, nuocendo agli uomini, e sono

chiamati ber-wolff e wer wolff.

werwolf.png

Mi chiedete se so qualcosa su di loro?

Vi risponderò di sì.

Essi sono, a quanto pare, lupi che mangiano uomini e bambini, e questo accade per sette

motivi: fame, selvatichezza, vecchiaia, esperienza, pazzia, il diavolo e dio.

Innanzitutto accade per fame: quando i lupi non trovano nulla da mangiare nella foresta,

devono andare tra la gente e divorare gli uomini, guidati dalla fame. Voi vedete, quando

fa molto freddo, che i cervi vengono in cerca di cibo fino ai villaggi, e gli uccelli persino

nella casa in cerca di provvigioni. Per quanto riguarda il secondo motivo, i lupi divorano

i bambini per la loro innata selvatichezza, perché essi sono selvaggi, e questo è ‘propter

locum ferum’.

Il loro stato deriva in primo luogo dalla loro condizione. I lupi che vivono nei luoghi

freddi sono più piccoli per quel motivo, e più selvaggi, degli altri lupi.

In secondo luogo, la loro selvatichezza dalle stagioni; essi sono più selvaggi intorno

alla Candelora che in qualsiasi altro periodo dell’anno, e gli uomini devono stare più

in guardia contro di loro in quel periodo che in qualsiasi altro.

C’è un proverbio che dice:”Colui che cerca un lupo alla Candelora, un contadino il

martedì grasso, e una persona a Lent, è un uomo di fegato”.

In terzo luogo la loro selvatichezza dipende dall’avere cuccioli.

Quando i lupi hanno un cucciolo, sono più selvaggi di quanto non ne hanno.        

Ciò accade in tutte le bestie.

Un’anitra selvatica, quando ha un giovane anatrocollo, vedete il trambusto che fa.

Un gatto combatte per i suoi gattini: i lupi fanno lo stesso.

Il terzo motivo per cui i lupi causano danni è dovuto alla loro età.

Quando un lupo è vecchio, è debole e fiacco nelle gambe, per cui non può correre

abbastanza velocemente per cacciare i cervi, e quindi sbrana un uomo, che può

afferrare più facilmente di un animale selvaggio.

Riesce a dilaniare uomini e bambini più facilmente degli animali selvatici, a

causa dei suoi denti, poiché i suoi denti cadono quando è molto vecchio, potete

facilmente notarlo nelle donne vecchie: come gli ultimi denti si muovono, ed è

rimasto loro a mala pena un dente in bocca, aprono la bocca affinché gli uomini

possano nutrirle con cibi passati e sostanze cucinate in umido.

Il quarto motivo per cui i lupi mannari commettono danni è dovuto all’esperienza.

Si dice che la carne umana sia di gran lunga più dolce di qualsiasi altra carne; così,

una volta che un lupo ha assaggiato la carne umana, desidera assaggiarla di nuovo.

Si comporta, quindi, come i vecchi ubriaconi, i quali, quando assaggiano il vino

migliore, non si lasceranno sviare da uno di qualità inferiore.

Riguardo al quinto motivo, l’aggressione deriva dalla pazzia.

Un cane quando è idrofobo è anche sconsiderato, e morde qualsiasi uomo;

non riconosce nemmeno il suo padrone: il lupo non è altro che un cane selvaggio,

idrofobo e sconsiderato,che non ha riguardo per nessun uomo.

(Il sermone sui licantropi, Johan Geiler Keiserberg, predicatore in Strasburgo, anno 1508)

9iomuj78u.jpg

L’UOMO E LA NATURA (12)ultima modifica: 2011-02-07T20:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento