L’UOMO E LA NATURA (il muschio arde) (16)

Precedente capitolo:

l-uomo-e-la-natura-inferno-spento-15.html

…altre pagine dello stesso autore:

il-muschio-grigio-arde.html

il-muschio-grigio-arde1.html

il-muschio-grigio-arde2.html

L’eretico Dante…e altre pagine di storia velata in..

dante-l-eretico-sotto-l-velame-4.html

dante-l-eretico-3.html

paginedistoria.myblog.it

giulianolazzari2.jpg

 

…E da lì riparte il ragazzo, divenuto poeta.

E vola sopra la sua terra sulle ali appena spuntate, tanto ampie da

farlo planare in ampi cerchi tra le vette insieme alle aquile, solo, nell’

immobilità trasparente.

Vorticando attorno ai coni delle montagne, aguzzando la vista sui

picchi e i promontori, arricchendosi dei segni d’esortazione levigati

dal vento della roccia eterna.

Per poi innalzarsi, visionario, sopra valli dove i fiumi visti dall’alto

scivolano lentamente sul paesaggio; e le fattorie appaiono allo

sguardo dell’aquila.

Zolle, dossi coperti d’erba su cui il vento passa accarezzando i

fili in cerca di qualcosa che possa recepire un messaggio. E in

quei covi sotto l’erba vive la tua gente. Come nelle tane o nei

nidi delle pulcinelle di mare.

E fatica notte e giorno a falciare i fili d’erba sulle zolle, per nutrire

quelle pecore testarde che saltellano sui monti e nelle distese

immemori fino al momento di riporre la falce e inseguirle per

radunalrle finché non scorrono come latte montano per i pendii,

in autunno, in una sinfonia di belati, latrati, mormorii di ruscelli

e grida acute, e tonfi di zoccoli sul muschio e scalpiccio di cavalli

sulla pietra, e rombo di galoppo nei campi; sbuffi e nitriti; forse il

gemito del vento; finché le canzoni conviviali si fondono con le voci

dei bambini e delle donne nel recinto ai piedi della montagna, e le

pecore cambiano voce quando la loro libertà svanisce nel mondo

degli uomini.

E l’uomo torna alla sua capanna.

La tua nazione, la tua gente.

Secoli dopo secoli.

La tua stirpe seppellita nella terra, che si stringe sotto le tempeste

di neve invernali, in cerca di un riparo dagli elementi nei suoi rifugi

sotterranei….

(Thor Vilhjalmsson, Il muschio grigio arde)

dialoghi con pietro autier.jpg

lazzari.myblog.it

 

storia di un eretico.jpg

pietroautier.myblog.it

storiadiuneretico.myblog.it

 

il viaggio.jpg

giulianolazzari.myblog.it

www.giulianolazzari.com

 

giulianolazzari1.jpg

 

L’UOMO E LA NATURA (il muschio arde) (16)ultima modifica: 2011-03-05T18:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento