UNA CANZONE

Da  http://giulianolazzari.myblog.it

http://pietroautier.myblog.it

paginedistoria.myblog.it

Mentre passeggiavo sul ponte i Londra

Una brumosa mattina di buon’ora,

Udii per caso una graziosa fanciulla

Che si lamentava a causa del suo Geordie

Ah, il mio Geordie verrà impiccato con una catena d’oro,

Non è una catena per molti,

Egli è nato da stirpe reale

E fu dato ad una dama virtuosa.

Andate a mettere le briglie al mio destriero bianco come il latte,

Andate a metter le briglie al mio pony,

Andrò a cavallo alla corte di Londra

Ad implorare per la vita di Geordie.

Ah, il mio Geordie non rubò mai né mucche né vitelli,

Non ha mai fatto male a nessuno,

Ha rubato sedici cervi del re,

E li venduti a Bohenny.

Due bei bambinetti ho partorito,

Il terzo sta nel mio corpo,

Mi separerei volentieri da ciascuno di loro,

Se risparmiasse solo la vita di Geordie.

Il giudice guardò sopra la spalla sinistra,

Disse bella fanciulla te ne devi andare,

Perché io non posso graziare Geordie.

Ah, il mio Geordie verrà impiccato con una catena d’oro,

Non è una catena per molti,

Ha rubato sedici cervi del re,

E li ha venduti a Boenny.

( Joan Baez, Geordie )

lkikjmn.jpg
UNA CANZONEultima modifica: 2011-07-06T07:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento