DIARIO DI GUERRA DI UN FANTE

Da http://giulianolazzari.myblog.it

      http://pietroautier.myblog.it

9 giugno. Prima azione di guerra

Siamo attendati sul monte Pore, piove sempre.

I rifornimenti per i pasti non arrivano.

L’acqua da bere è lontana.

S’incomincia a gustare la vera vita di guerra!

Serpeggia la voce che sull’Isonzo va splenditamente.

Vuoi vedere che finisce la guerra e noi non facciamo niente?

Questa notte c’è stato l’allarme. Tutti fuori dalle tende. Baionette innestate.

Piove governo ladro!

Che cosa succede?

Nessuno sa niente.

Giù in fondo valle si vede un lume apparire e scomparire.

Saranno gli austriaci?

Ma!

Ci dispongono su due file.

– Pronti ragazzi a far fuoco.

Un colpo parte fra noi.

– Cosa fai imbecille? Ci ammazziamo fra noi?

Si sa poi che è stato un ufficiale a cui è partito un colpo dalla sua browing.

Tutta la notte sotto la pioggia.

Poi all’alba sappiamo che erano dei carabinieri in perlustrazione.

Roba da operetta.

(Enrico Costantini, Dalle Dolomiti a Bligny, diario di guerra di un fante 1915/19)

la-grande-guerra.jpg

 

 

 

DIARIO DI GUERRA DI UN FANTEultima modifica: 2011-07-09T07:38:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento