NEGLI STESSI ANNI: 5 SETTEMBRE 1568

Precedente capitolo:

io-non-sento-altro-che-belati-di-pecore.html

Prosegue in:

5-settembre-1568.html

 

negli stessi anni

 

 

Tommaso Campanella nacque il dì cinque di settembre dell’anno 1568

in San Biagio, borgo di Stilo.

Dell’età prima del Campanella assai scarse ed oscure notizie ci pervennero;

pure di quelle poche io varrommi in questo scritto.

Dall’età di cinque anni, com’egli nel ragionamento de’ suoi libri racconta,

datosi con grande ardore agli esercizi di pietà ed allo studio delle

lettere, ogni cosa che da’ parenti in casa, o da’ preti in chiesa udisse,

ogni cesa da’ maestri in iscuola gli venisse insegnata, meravigliosamente

riteneva nell’animo. 

negli stessi anni

Il che per l’eccedere l’ordinario de’ fanciulli di quell’età m’è piaciuto

notare. Concordi in questo gli autori che di lui scrissero affermano,

che egli fino da quell’età diede prova di non volgare ingegno, e di

memoria meravigliosa.

Adunque prestamente in lui queste due facoltà si manifestarono,

la fantasia e la memoria, le quali di primo lancio lo spinsero alla

poesia, bisogno istintivo, primo linguaggio degli uomini come

de’ popoli, espressione fedele dell’effetto che in noi produce lo

spettacolo del mondo esteriore. 

negli stessi anni

Imperciocché ripiegare lo spirito sulle ricevute impressioni, e

rintracciare le cagioni de’ fenomeni a più matura età si appartiene.

Di tredici anni il Campanella dettava versi con rara felicità, onde

bene è deplorare uno de’ suoi biografi ch’ei s’imbattesse in barbari

precettori.

Negli anni che hanno a seguire, il Campanella vestì l’abito religioso,

i Domenicani di Stilo il mandarono ad un altro luogo in San Giorgio,

perché meglio vi si addottrinasse nelle cose della filosofia.

Avvenne che appunto in que’ giorni capitò in San Giorgio il nuovo

signor di quel feudo, ed il Campanella fu eletto a recitare l’orazione

da lui composta per quella occasione, e versi ed inni recitò ancora,

i quali furono avidamente uditi dalla gente di quello e de’ vicini

paesi concorsa in folla per godere di quelle magnifiche feste 

feudali.

(M. Baldacchini, Vita di Tommaso Campanella)

 

 

negli stessi anni

 

NEGLI STESSI ANNI: 5 SETTEMBRE 1568ultima modifica: 2011-09-05T06:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo