BORDELLI DA MEDIOEVO

Prosegue in:

puttane-di-notte.html &

le-nobildonne-di-imad-ad-din.html



 

sante di giorno

 

 






I piaceri della carne, nell’opinione della Chiesa, erano un’invenzione

del demonio, il risultato diretto della caduta di Adamo e peccato

mortale.

Prima della caduta, dice Sant’Agostino, gli organi sessuali erano,

come tutti gli altri, sotto controllo….

Quindi se Adamo ed Eva avessero voluto all’epoca, congiungersi

carnalmente, cosa che Sant’Agostino esclude, si sarebbe trattato di

un atto ‘assolutamente decoroso’. 

 

sante di giorno


Con la caduta ‘la lussuria eccitò la parte indecente del corpo’

sfuggito al controllo della ragione per acquistare il potere ‘non 

solo su tutto il corpo e non solo all’esterno, ma anche interiormente’

disturbando gli uomini e causando, se soddisfatta, un piacere

talmente intenso ‘che quando raggiunse la vetta si ha quasi la

totale estinzione della lucidità mentale’. 

Non deve ogni ‘amico della saggezza e delle cose sante’ che sia

sposato, chiede Sant’Agostino, generare figli ‘senza alcuna lussuria?’ 

 

sante di giorno


La Chiesa affermava che se il sesso era purtroppo necessario per

la riproduzione della specie, era tuttavia cosa malvagia ricavare un

qualsiasi piacere da quella funzione animalesca.

Papa Gregorio Magno nel VI secolo condannò ufficialmente i ‘bassi

piaceri’ e alcuni ecclesiastici arrivarono al punto di pretendere restrizioni

ai rapporti sessuali anche nell’ambito del matrimonio, atteggiamento

che fu responsabile dell’apparizione, nel tardo Medio Evo, della

chemise cajoule, una pesante camicia da notte con un’apertura in

zona strategica, concepita affinché il pio marito potesse ingravidare

la moglie con un rischio minimo di provare piacere nell’adempimento

del suo dovere coniugale. 

 

sante di giorno


E’ perlomeno dubbio che questo straordinario capo di biancheria

sia stato di gran moda e l’opinione di pensatori dalla grande influenza,

come San Tommaso d’Aquino, si fece col tempo, più equilibrata.

La brama di piacere era, com’era sempre stata, dice il Dottore

Angelico, risultato della caduta, ma siccome era Dio ad aver

creato la natura umana, non rappresentava un peccato. Solo se

perseguitava di per se stessa ‘in tal modo da obnubiliare la

ragione’ lo diventava.

Questo per quanto riguarda la parte teorica dell’argomento, teoria

il cui risultato fu l’introduzione di un brivido peccaminoso in quanto

era stato fin’ allora ritenuto semplicemente un sano e piacevolissimo

diversivo. Ma Sant’Agostino stesso, in un momento di reminescenza

pratica disse che se si fosse soppressa la prostituzione, la ‘capricciosa

lussuria’ sarebbe dilagata sommergendo la società e questo piacere

fu reiterato negli ultimi scritti dell’Aquinate che nella ‘Summa’ a

proposito della prostituzione dice che se si fossero eliminate le

cloache l’intero palazzo si sarebbe riempito d’escrementi.

 

sante di giorno


La prostituzione, in altre parole, era un male necessario.

Dei suntuosi bordelli e terme in cui i romani soddisfacevano i loro,

in generale rozzi, appetiti sessuali, pochi sfuggirono alle distruzioni

delle invasioni barbariche.

Le prostitute dell’alto Medio Evo stavano generalmente con le

derelitte bande di fuggiaschi dalla giustizia ed erano quasi sempre

serve fuggite dai padroni, in gruppi che si trascinavano al seguito

dei mercanti che portavano le merci da un mercato all’altro e degli

eserciti in marcia.

In questa società variopinta, altre si accompagnavano ai gruppi

pellegrini nei loro viaggi verso la Terrasanta mentre, a sentire San

Bonifacio, molte di quelle pellegrine si fermavano letteralmente ai

bordi delle strade, perdendo di vista la loro originaria, pia meta e 

si dedicavano ad una nuova, empia carriera.

 

sante di giorno


‘E’ grande scandalo per la Chiesa’ Bonifacio fa presente a Cutberto

di Canterbury in una lettera del 747, che a tante donne e suore inglesi

fosse permesso il pellegrinaggio a Roma, dato che tanto poche 

tornavano intatte e vi erano pochissime città della Lombardia e

della Gallia in cui non si trovassero pellegrine inglesi diventate

prostitute.

Fintanto che nell’Europa restò in vigore la schiavitù, le schiave

bastavano ovviamente a soddisfare gli appetiti dei padroni e dei

loro amici, ma quando la Chiesa intraprese la sua campagna per

la sua abolizione, il traffico di donne incontrò sempre maggior

disapprovazione e restò attivo solo in regioni remote.





 

 

sante di giorno

     

BORDELLI DA MEDIOEVOultima modifica: 2012-06-14T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo