IL LIBRO TIBETANO DEI MORTI (1)

Prosegue in:

il-libro-tibetano-dei-morti-2.html &

paginedistoria.myblog.it &

dialoghiconpietroautier2.blogspot.com








O figlio di nobile famiglia, ascolta                

senza distrarti e con forte attenzione.

Lo stato dell’esistenza intermedia è di sei

specie: la matrice, lo stato di sogno, il

raccoglimento della concentarzione, il

momento della morte, il piano esistenziale e

l’imminenza a trasmigrare secondo                              

un processo inverso a quello detto

nel duodecuplo nesso causale.

Figlio di nobile famiglia,

per te sono possibili tre specie di

esistenza intermedia: quella che

compare al momento della morte,

quella del piano esistenziale e quella

protesa verso lo sviluppo samsarico.

Fino a ieri tu sei stato nell’esistenza

intermedia che si manifesta al momento                        

della morte; sebbene ti apparisse la

luce essenziale tu non l’hai

riconosciuta e così è inevitabile che qui,

nell’esistenza samsarica tu vaghi.

Adesso ti restano ancora due specie

di esistenze intermedie: quella

dell’esistenzialità e quella protesa verso lo

sviluppo samsarico.

(Il Libro Tibetano dei morti)





 

mandala.jpg
IL LIBRO TIBETANO DEI MORTI (1)ultima modifica: 2012-07-05T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo