JAZZ BASTA LA PAROLA

Precedenti capitoli:

buddy-bolden-il-temporale.html &

66-buddy-bolden-route-blues.html

Prosegue in:

la-parola.html

Foto del blog:

66-buddy-bolden.html

route-blues.html


 

jazz basta








Ma da dove veniva quella parola così inconsueta?

Un’ipotesi per così dire dotta, e quindi altamente impro-

babile, la fa discendere da ‘jas’, un termine che alla fine

del Cinquecento nei vocabolari inglesi col significato di

‘chass’ o ‘chase’, caccia, inseguimento.

 

jazz basta


Un’altra suppone che si tratti di una corruzione della

parola ‘jasm’, che indica energia, oppure di ‘chasse’, un

ballo condannato dai puritani che, per i creoli, era anche

diventato ‘chasse-beau’, una forma di lotta: da qui avreb-

be preso il soprannome di ‘Jasbo’ un ballerino e cantante

di ‘mistrel’: e quindi da lui potrebbe derivare il termine

‘jazz’.

 

jazz basta


Altra supposizione: ‘jaser’, verbo francese che sta per

chiacchierare. L’idea non tiene però conto della pronun-

cia creola che non scivola sulla ‘j’, ma al contrario la

indurisce in una ‘i’.

E ancora, esisteva un gioco coi dadi, il crap, durante il

quale i giocatori si incitavano a vicenda con vigorosi

‘jazz-it’.

 

jazz basta


Infine, nelle case di tolleranza era diffusa una parola scon-

cia, ‘jass’, con la quale si incitavano i clienti a ballare nel-

le sale dove suonavano i pianisti, oppure nelle camere

da letto dove le danze erano di un genere diverso.

….Abbiamo soltanto una certezza: il 6 marzo 1913, sul

‘Bulletin di San Francisco’, un certo T.E. Gleeson, parlan-

do di musica sincopata, adoperò per primo la parola….

‘jazz’, che fino agli anni Venti fu scritta in ugual misura

con due ‘s’ o con due ‘z’……finali.






 

jazz basta


JAZZ BASTA LA PAROLAultima modifica: 2012-08-26T10:30:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo