PITTURA DI ALTRI MONDI: FREDERIC SACKRIDER REMINGTON (2)

Prosegue in:

Pagine di storia &

Dialoghi con Pietro Autier 2 &

gli occhi di Atget







Nel 1889 Remington vinse                             rigattiere.jpg

la medaglia d’argento all

Esposizione Universale

di Parigi.

In quella stessa

occasione,

la commissione

selezionatrice per

l’arte americana,

rifiutò di esporre la

tela di Albert

Bierstadt,

‘Last of the Buffalo’,

giudicandola

antiquata.                                               l antiquario.jpg

Il gusto narrativo, il realismo

descrittivo, le chiare armonie

cromatiche, le composizioni

ampie e leggibili che caratterizzano

i lavori di Remington fino all’ultimo

decennio del secolo hanno come

diretti antecedenti le opere di

pittori accademici francesi, in

particolare Louis Ernest

Messonier, Jean Léon

Gerome, Jean Baptiste Edouard Detaille,

che Remington, pur non conoscendo

personalmente, poté studiare in alcuni musei o attraverso

stampe e letture.

Se inizialmente l’entusiasmo per il nuovo mondo, fatto di

eroismo e avventura, natura selvaggia e inesplorata, pote-

va ancora, con ragione, essere contrapposto alla vita ormai

regolata dal progresso tecnologico e dalla cultura europea

della East Coast, già verso l’ultimo decennio del secolo la

realtà di quel mondo in trasformazione era ormai circo-

scritta e limitata: gli indiani non rappresentavano più un

pericolo essendo perlopiù confinati nelle riserve, l’urbaniz-

zazione si diffondeva anche nei territori del West e la mi-

tica frontiera era ormai consolidata sui confini del Nord

America.

E con l’esperienza della campagna cubana della guerra

ispano-americana del 1898, seguita da Remington come

corrispondente, che l’artista visse la disillusione di un

mondo che stava scomparendo.

Da allora viaggiò raramente e per meno tempo nel West,

distrusse diverse pitture dei primi anni e si dedicò preva-

lentemente agli studi di paesaggio, a inventare una natu-

ra assoluta e inviolata. Scrisse nel 1907: “Il mio West è

ormai passato da così tanto tempo che è diventato solo

un sogno. 

Si è messo il cappello e il cappotto ed è uscito dal palco-

scenico; il sipario è calato e si prepara un nuovo atto”.

(The American West, l’arte della frontiera americana 1830-1920)



 

remington2.jpg

 

PITTURA DI ALTRI MONDI: FREDERIC SACKRIDER REMINGTON (2)ultima modifica: 2013-01-10T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo