UN UOMO (sosta al Consolato…) (3)

Un articolo:

l’Italia è spiata dagli USA…..

Precedenti capitoli:

un uomo (sosta a Roma) 

un uomo (sosta a Roma) (2)

Prosegue in:

un uomo (sosta al Consolato) (4)

Foto del blog:

il giudice

dei divorzi

Da:

i miei libri



 

un uomo 3









…Distrarti da un’idea, cacciarti in qualche nuovo puntiglio,

condurti lontano, il più lontano possibile.

Dove?

Dall’altra parte del globo terrestre, in America!

Lo avrei fatto, gli dissi. Ma, dicendolo, non tenni conto d’una

realtà. V’è una cosa che il tremendo Leviatano, il gran mostro

autoelettosi campione di democrazia, l’America, ha in comune

con le tirannie di destra e di sinistra. E questa cosa è lo Stato

forte, arrogante, spietato, sorretto dalle sue leggi manichee, dal-

le sue regole mutilanti, dai suoi interessi spietati, dal suo timore

anzi dal suo odio per le creature che non rappresentano una mas-

sa, per gli individui che nel suo computer non corrispondono a

una scheda precisa, a un codice di conformismo, a una religione.

I reprobi soli…

Il reprobo solo non esce e non entra, a lui non si dà né il passa-

porto per uscire dalle frontiere della tirannia, né il visto per en-

trare nelle frontiere del gran mostro autoelettosi campione di de-

mocrazia.

Proprio perché è solo, perché non ha alle spalle un partito, i suoi

diritti civili sono stati barattati da qualche trafficante di turno, e

non ha un’ideologia di partito che gli possa garantire una sorta

di immunità, quindi un potere che garantisca per lui.

Paradossalmente, i dissidenti che lasciano l’Unione Sovietica

non sono reprobi: dietro di loro c’è una casistica, c’è la dottrina

dell’opposta barricata, il tornaconto del Leviatano per cui essi

sono merce di scambio, moneta da spendere in nome degli e-

quilibri mondiali.

Io ti dò un X tu mi dai un Y…

Non perché mi prema mettere in salvo la sua persona, ma per-

ché il suo cervello mi serve a dimostrare che tu sei cattivo e che

il suo caso è emblematico.

Dietro un don Chisciotte che non serve a nessun potere, invece,

che non fa comodo a nessuna barricata, che rompe le scatole a

tutti, che va a  metter la bomba col taxi guidato dal cugino, che

di conseguenza agisce secondo la sua morale e basta, la sua fan-

tasia e basta, i suoi pazzi sogni e basta, chi c’è?

Quale Stato garantisce per lui, interviene per lui, quale politica?

Rientra forse nella casistica, lo si può forse usare come merce di

scambio, moneta da spendere in nome degli equilibri mondiali?

Mancando lo scambio, capisci, il Leviatano dovrebbe trattare 

con lui. E il Leviatano non tratta con gli individui, in particola-

re con gli individui privi di scheda.

Tratta con gli altri Stati, le altre dottrine, le altre religioni, al mas-

simo coi partiti che sono Stato dentro lo Stato. E meglio se sono

partiti dell’opposta barricata. 

Se non sei almeno comunista, caro mio, l’America non ti vuole.

Comunista o fascista o socialista o buddista, insomma un ‘ista’

che obbedisca a un’autorità, un uomo-massa che sia catalogabi-

le, incasellabile, prevedibile, commerciabile, non una particel-

la aberrante che rappresenta soltanto se stessa, che nel compu-

ter non corrisponde a una scheda precisa, sicché a interrogarlo

suoi ingranaggi si inceppano.

(O. Fallaci, Un Uomo)





 

un uomo 3


UN UOMO (sosta al Consolato…) (3)ultima modifica: 2013-07-01T07:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo