GNOSI PAGANA

Prosegue in:

Gnosi Pagana (2)

Gnosi Pagana (3/63)

Foto del blog:

Gnosi

Pagana

Da:

i miei libri 

 

gnosi pagana

 

 

 

 

 

Come il saggio, anche lo gnostico crede che tutto sia 

retto da una Fatalità inflessibile alle dipendenze de-

gli astri eterni.

Ma dove il saggio coglie un ordine in cui le singole

dissonanze si fondono nell’armonia del Tutto, lo gno-

stico vede un disordine radicale, assoluto.

Il mondo, ivi compresi gli astri, è tutto cattivo, è la 

pienezza, il pleroma del male. Il contrasto è molto 

suggestivo: mette in piena luce due diversi tipi di a-

nime. 

Per quanto la scienza pura sia in declino sin dall’Ac-

cademia e dal Liceo, il saggio resta un sapiente, vale

a dire che apprezza soprattutto la considerazione del-

le leggi dell’immutabile. 

Pertanto, la pietà del saggio ha attinenza con l’univer-

sale. Non s’interessa alla sorte dell’individuo in quan-

to tale, ma a quello dell’insieme.

L’individuo cambia e muore per fare posto ad altri in-

dividui: soltanto il mondo dura, senza mutamenti, sem-

pre.

Lo gnostico non si preoccupa del mondo: la sua unica

preoccupazione è la sorte dell’individuo e innanzi tutto

della propria persona. La scienza disinteressata gli sem-

bra futile, ne proclama la vanità.

Nulla conta al di fuori della salvezza dell’anima, della

propria anima. Pertanto, la sua religione è personale, il

suo Dio è una persona.

Unirsi eternamente a tale persona dopo la morte è la mè-

ta. Poiché invece quaggiù l’individuo soffre tutto è catti-

vo. 

Lo gnostico non si domanda, come invece fa il saggio, se

tale disordine parziale non trovi la sua ragion d’essere in

un ordine totale, che egli non scorge: per lui, poiché l’uo-

mo è infelice e cattivo, il male è ovunque; questo male è

veramente cosmico, appartiene all’esistenza e all’essen-

za del mondo, giacché sono gli astri stessi che impongo-

no all’anima umana la decadenza e i vizi.

In breve, il saggio che tiene presente il Tutto è volonta-

riamente ottimista, lo gnostico che prende in considera-

zione soltanto la condizione degli uomini e in primo 

luogo la propria, è per natura pessimista.

Se il mondo è cattivo, e se gli astri e il cielo stellato so-

no davvero le cause originarie di questo male universa-

le, per trovare Dio bisogna andare al di là del cielo, al

di sopra di esso…

(Prosegue….)

 

  

 

 

gnosi pagana

GNOSI PAGANAultima modifica: 2013-09-15T07:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo