LA GUERRA DI SECESSIONE

Precedente capitolo:

Ribelli

Prosegue in:

Di secessione

Foto del blog:

La chiesa di Shiloh  (1)  &  (2)

 

 

la guerra

 

 

 

 

 

(Da: ribelli)

Nei libri di storia, la guerra di Secessione può sembrare un

evento improvviso. Racchiusa fra due date precise, il 1861

e 1865, pare una storia a sé stante, iniziata con un bombar-

damento e terminata con una resa.

Ma per il giovane Jesse e per la sua famiglia fu un’esperien-

za confusa, che poteva essere compresa a fondo solo con il

senno di poi.

 

la guerra

 

All’approssimarsi del 1861 la guerra si profilava all’orizzon-

te, attesa ma non certa. Nel 1858 il repubblicano William H.

Seward aveva definito la lotta fra il Nord e Sud ‘il conflitto

inevitabile’, ma nessuno era in grado di dire se le due parti

avrebbero fatto davvero ricorso alle armi.

Mentre Jesse passava dall’infanzia all’adolescenza, l’atmo-

sfera era dominata da questo miscuglio paradossale di ine-

luttabilità e incertezza.

Comunque sia lo spettro della guerra di frontiera continua-

va a perseguitare il Mississippi. Nel maggio 1858 una banda

di ‘border ruffians’ prese a fucilate nove agricoltori antischia-

visti in Kansas, uccidendone cinque.

 

la guerra

 

Il 20 dicembre John Brown guidò un’incursione nella contea

di Vernon, liberando undici schiavi e uccidendo un proprie-

tario di schiavi.

Meno di un anno dopo colpì il ‘potere schiavista’ per l’ultima

volta a Harper’s Ferry. Nel novembre 1860 Charles Jennison,

detto Doc, guidò la sua banda di ‘jayhawkers’ antischiavisti

in un’altra scorreria dal Kansas. Oltre 600 miliziani si misero

in marcia da St. Louis per proteggere la frontiera occidentale,

accrescendo la sensazione che lo stato fosse già – o ancora –

in guerra.

 

la guerra

 

A questo punto il miraggio nebuloso di una guerra molto più

vasta – la guerra fra Nord e Sud temuta da tempo – era final-

mente apparso all’orizzonte.

Nell’aprile 1860 la convenzione nazionale del partito demo-

cratico si era spaccata sull’estensione della schiavitù ai territo-

ri. Quando i repubblicani, i vecchi centristi whig e gli attacca-

brighe sudisti terminarono i lavori, quattro candidati seri si

ritrovarono in lizza per la presidenza nel 1860.

Jesse aveva solo dodici anni quell’estate.

Poteva benissimo essere più preoccupato per la siccità che

inaridiva i campi della contea di Clay che per le elezioni pre-

sidenziali; ‘Jesse è allegro, avventato e strafottente’ scrisse un

amico intimo più di dieci anni dopo; Frank, invece era ‘serio

e tranquillo’.

(prosegue in: di secessione)

(T.J. Stiles, Jesse James storia del bandito ribelle)

 

 

 

 

 

la guerra

 

LA GUERRA DI SECESSIONEultima modifica: 2014-02-28T00:02:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo