SOGNI (un gabbiano) (4)

Precedenti capitoli:

Sogni (1)  (2)  (3) &

I sentieri di Jonathan (3/17)

Prosegue in:

I sentieri di Jonathan (4/17)

Sogni (5) &

Viaggi onirici (9) &

Il grande male 

Foto del blog:

I sentieri di Jonathan (1)  &  (2)  &

Viaggi onirici (3)  &  (4)

Da:

 i miei libri

 

 

 

 

– Ciang, questo mondo non è il paradiso, dico bene?

l’anziano ebbe un sorriso, nel chiarore della luna.

– Non si finisce mai d’imparare, Jonathan, disse.

– Ma allora, dopo qui, cosa ci aspetta? Dove andremo?

E un posto come il paradiso c’è o non c’è?

– No, Jonathan, un posto come quello, no, non c’è.

Il paradiso non è mica un luogo.

Non si trova nello spazio, e neanche nel tempo.

Il paradiso è essere ‘perfetti’.

Tacque un minuto e poi: ‘Tu sei uno che vola velocis-

simo, nevvero?’

– Mi…piace andare forte, disse Jonathan, preso alla sprov-

vista, ma fiero che l’Anziano se ne fosse accorto.

-Raggiungerai il paradiso, allora, quando avrai raggiunto

la velocità ‘perfetta’.

Il che non significa mille miglia all’ora, né un milione di mi-

glia, e neanche vuol dire volare alla velocità della luce.

Perché qualsiasi numero, vedi, è un limite, mentre la ‘perfe-

zione’ non ha limiti.

Velocità ‘perfetta’, figlio mio, vuol dire solo esserci, esser

là.

Senza alcun preavviso, Ciang scomparve.

Per riapparire in un batter d’occhio a una ventina di metri

da lì, sulla riva del mare.  Poi di nuovo sparì e si ritrovò, nel-

la stessa frazione di secondo, accanto a Jonathan.

– Pare un giochetto, disse.

Jonhatan era sbalordito. Dimenticò di fare altre domande sul

paradiso e chiese, invece: ‘Ma come ci riesci? Che effetto fa?

E fin dove riesci ad arrivare?’

– Puoi arrivare da qualsiasi parte, nello spazio e nel tempo,

dovunque tu desideri, disse l’Anziano.

– Io mi sono recato in ogni luogo possibile e immaginabile,

in ogni dove e in ogni quando.

Lanciò uno sguardo al mare, all’orizzonte.

– E’ buffo.

Quei gabbiani che non hanno una mèta ideale e che viag-

giano solo per viaggiare, non arrivano da nessuna parte.

Quelli invece che aspirano alla ‘perfezione’, anche senza in-

traprendere alcun ‘Viaggio’, arrivano dovunque, e in un ba-

leno.

(R. Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston )

 

 

  

 

iokjmnj.jpg

 

SOGNI (un gabbiano) (4)ultima modifica: 2015-04-13T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo