SOGNI (2)

Precedente capitolo:

Sogni

Prosegue in:

Sogni (3)

  

 

sogni 2

 

 

 

 

 

 Sono ormai passati decenni da quando praticavo un certo

allenamento nell’arte di ricordarmi dei miei sogni notturni,

di riprodurli mnemonicamente, a volte persino di trascri-

verli e di investigarli nei loro significati alla luce dei metodi

appresi allora, oppure di seguire le loro tracce e concentrar-

mi nel loro ascolto sino a farne scaturire una sorta di solle-

citazione, di affinamento dell’istinto, un monito o incorag-

giamento, ma in ogni caso una maggiore familiarità con i

domini del sogno, un’osmosi tra conscio e inconscio mi-

gliore di quella che in genere si possiede.

La conoscenza di alcuni libri di psicologia, e della stessa 

prassi psicoanalitica che avevo sperimentato, era stata qual-

cosa di più di un avvenimento sensazionale, era stata un

confronto con delle potenze reali.

Ma come accade anche per l’impegno più intensivo nel sa-

pere, per il geniale e appassionante insegnamento tramite

l’uomo o i libri, così, col passare degli anni, è accaduto an-

che per questo confronto col mondo dei sogni e dell’incon-

scio: la vita continuava ponendo nuove e sempre rinnovate

esigenze e questioni, quello che di quei primi confronti

aveva prodotto una scossa, una sensazione, perdette di

novità e forza di coinvolgimento, il sistema dell’esperienza

psicoanalitica non poteva continuare a essere praticato co-

me fine a se stesso, ma venne inquadrato, venne a volte

dimenticato o sopraffatto da nuove esigenze della vita, pur

senza perdere del tutto la sua intima efficacia e la sua forza,

così come nella vita di una persona giovane la prima lettura

di Holderlin, Goethe, Nietzsche, la prima conoscenza dell’-

altro sesso, il primo palpito di emozione provocato da  sol-

lecitazioni ed esigenze sociali e politiche dev’essere coordi-

nato col passato e con il restante patrimonio di esperienze.

(H. Hesse, La Natura ci parla)

 

 

 

 

 

sogni 2

 

SOGNI (2)ultima modifica: 2014-05-18T20:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo