AMMAZZARE IL TEMPO: motore immoto (22)

Precedenti capitoli:

Dall’Alchimia…   All’algenia (20/21)

Prosegue in:

Motore immoto (23) &

Ammazzare il Tempo: La scienza Sacra (24/25)

Foto del blog:

Motore immoto (1) &

La scienza sacra (2)

Da:

i miei libri

 

giotto15

 

 

 

 

Nel tardo Medioevo, la maggior parte degli europei accettò la

visione ufficiale della Chiesa sull’origine delle specie che, nel

XIII secolo, veniva data dal grande uomo di chiesa Tommaso

D’Aquino.

San Tommaso prese pesantemente in prestito dei concetti

dal pensiero ebraico e greco, aggiungendo nel processo al-

cune delle proprie idee. Il risultato fu una cosmologia che le-

gittimava l’ordine sociale esistente e sollevava i poteri esi-

stenti dalla responsabilità del loro comportamento……

(J. Rifkin…)

 

giotto7

 

Il più importante lavoro di San Tommaso, la ‘Summa contra

Gentiles’,  fu scritto durante gli anni 1259-64. Tende a stabili-

re la verità della religione cristiana con argomenti dedicati ad

un lettore che si suppone non cristiano; ci si può sorprende-

re che l’immaginario lettore venga normalmente considerato

come persona versata nella filosofia araba.

 

giotto21

 

Tommaso scrisse un altro libro, la ‘Summa Theologiae’ di

importanza quasi uguale, ma di interesse alquanto minore per

noi, perché qui gli argomenti che non presuppongono la verità

del Cristianesimo sono in numero minore.

Ciò che segue è un sunto della già accennata ‘Summa contra

Gentiles’. Consideriamo prima ciò che s’intende con ‘saggezza’.

Un uomo può essere saggio in alcuni campi particolari, come per

esempio nel costruir case; questo implica che egli conosce ciò

che è necessario a realizzare un certo particolare scopo.

 

giotto8

 

Ma tutti gli scopi particolari sono subordinati allo scopo dell’Uni-

verso, e la saggezza di per se stessa riguarda appunto lo sco-

po dell’Universo.

Ora, lo scopo dell’universo è il bene dell’intelletto, cioè la verità.

Lo scopo della saggezza è, in questo senso, il più perfetto, su-

blime, profittevole e delizioso degli scopi.

Tutto ciò viene dimostrato facendo appello all’autorità del ‘Filo-

sofo’ cioè di Aristotele. Il mio intendimento (dice Tommaso) è

di affermare la verità di quanto la fede cattolica professa.

E devo ricorrere alla ragione naturale, dato che i gentili non ac-

cettano l’autorità delle Scritture.

(Prosegue….)

 

 

 

 

giotto11

AMMAZZARE IL TEMPO: motore immoto (22)ultima modifica: 2013-12-09T00:03:32+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento