NEGLI STESSI ANNI: pedalando verso la ferrovia…(81)

Precedente capitolo:

Negli stessi anni: sistemi di allarme (80)

 Altri eretici a piedi o in bicicletta (in):

Penniwit l’artista e Bloyd l’eretico (82)

Prosegue in:

Billy the Kid (il ragazzo nato nella metropoli) (83)

Billy the Kid (il ragazzo nato nella metropoli) (84)

Da:

i miei libri

 

 

la bicicletta (l'amante segreta)

 

 

 

Signor Direttore,

l’anno scorso, come oggi, ero a Praga nel mezzo della Boemia,

di ritorno da Berlino; quest’anno sono a Pittsburg, nel cuore

della Pensilvania, reduce da Chicago. Vorrei dirvi dove sarà

press’a poco il terzo punto che l’anno venturo come oggi de-

terminerà il grande triangolo del globo; ma per ora mi limito

al racconto del passato.

Passando davanti all’Esposizione, entrai a dare un’ultima

occhiata al grandioso spettacolo di quelle gallerie. Parecchi

amici e colleghi avrebbero voluto accompagnarmi per un

tratto di strada fuori di Chicago; ma siccome io non potevo

fissare un’ora precisa per la partenza, ed essi d’altra parte

avevano le loro occupazioni, li pregai a desistere dalla gen-

tile idea.

Così alle 3 pom. del 27 settembre, fra gli augurii della buo-

na famiglia Stabilini e d’altri, montai tranquillamente in

sella del mio Rambler, con la lieta prospettiva di 8500 Km.,

e la speranza che il tempo voglia lasciarmeli compire senza

grandi noie.

Vo…pedalando e ammirando questo passato…

Pittsburg (Pensilvania), 6 ottobre 1895

 

1925-Union-Pacific-Railroad-Map-Part-1.mediumthumb.jpg

 

La ferrovia del Pacifico.

Giunto fuori di Chicago, mi fermai a passar la notte ad

un albergo a Whiting e la mattina, al levar del sole, ri-

presi la via, parte a piedi, parte in bicicletto, fra i doppi

binari della ferrovia per evitare circa trenta

 

pacific1bis.jpg

 

miglia di sabbia nella traversata dell’Indiana (là per il vero,

signor Direttore, incontrai un valido uomo, non so se predi-

catore, o cosa, mi parve umano e comprensivo e tollerante

verso tutti…).

Fra questi binari si potrebbe fare un’abbondante raccolta di

carbone, anelli, chiodi, viti, perduti dai treni.

 

pacific5.jpg

 

Là si incontrano pure uccelli morti, tartarughe vive e mor-

te venute su dagli stagni laterali; vetri e bottiglie buttate giù

dai treni…, tantoché per il timore di ferire il mio bicicletto,

non potevo godere tranquillamente la superba veduta del

lago Michigan, che si ha alla sinistra per 20 miglia circa.

E’ quella la grande linea ferrata che va dritta a San Franci-

sco (otto giorni e otto notti di direttissimo da New York)

 

pacific2.jpg

 

ed offre uno spettacolo che non lo può immaginare chi non

lo vede. I treni lampo passan lievi come ombre. Bisogna però

essere molto cauti quando passa un treno merci per non esser

sorpresi alle spalle e investiti da un diretto, come dal fulmine;

giacché il rumore dell’uno impedisce di udire quello dell’altro.

Io mi son trovato frammezzo a due treni con un solo palmo di

spazio per parte, e vi assicuro che provai una sensazione affat-

to nuova…

 

pacific34.jpg

 

Stavo lì ritto e sottile appoggiato al mio Rambler, trattenendo

perfino il respiro. Un treno diretto era uscito dalla vicina fore-

sta senza che me ne fossi accorto…ed io frenai miracolosamen-

te in tempo il mio bicicletto a un palmo di distanza, mentre il

bello e orribile mostro passava via fischiando, levandomi dal

capo il berretto col vento…. ‘All right!‘ dissi fra me, rimontan-

do in sella, anche questa è passata.

Bisogna però notare, per bene intendere il caso, che gli Ameri-

 

348600641_4b5b584a80.jpg

 

cani usano le sbarre soltanto nelle traversate delle città.

Per le campagne e per i villaggi si limitano a porre una tavola

in cima a un palo con la scritta in lettere cubitali: ‘Railroad-

crossing, lock out for the cars’.

E così avviene che le catastrofi capitano spesso.

 

pacific67.jpg

 

Ma che importa!

In America basta far presto.

(L.Rossi, L’anarchico delle due ruote)

 

 

 

 

la bicicletta (l'amante segreta) (15)

NEGLI STESSI ANNI: pedalando verso la ferrovia…(81)ultima modifica: 2013-04-15T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo