VIAGGI ONIRICI: il correttore di bozze (19)

Precedente capitolo:

Viaggi onirici: il correttore di bozze (18)

Prosegue in:

Viaggi onirici: il correttore di bozze (20) &

Viaggi onirici: ‘lezioni di vita’ (21/22)

Foto del blog:

‘Savoir Vivre’ &

‘Savoir Mourir’

Appunti, ricordi, dialoghi….. e rime:

i miei libri

 

 

easy

 

 

 

 

  

L’avvocato non tentò di interrompere il discorso, ma continuò

a guardarsi distratto le unghie mentre Ninheimer parlava.

Poi disse, molto pacatamente:

– Però professore, considerata l’età che avete, non potreste cer-

to sperare di guadagnare nell’arco di tempo che vi resta da

vivere di più di, siamo generosi 150.000 $. Eppure state chie-

dendo al tribunale che vi conceda cinque volte quella somma.

– Il danno che ho ricevuto non si estende solo all’arco di tempo

che mi resta da vivere,

disse Ninheimer, con ancora più foga.

– Non so per quante generazioni ancora verrò additato dai so-

ciologi come esempio di …stupidità e follia. I miei studi ver-

ranno ignorati e cadranno nell’oblio. Non solo sono rovinato

fino al giorno della mia morte, il mio nome sarà infangato

anche dopo, perché ci sarà sempre gente che non crederà che

sia stato un robot ad apportare quelle modifiche al testo….

A quel punto EZ-28 si alzò. 

Susan Calvin non cercò in alcun modo di trattenerlo. 

Rimase seduta immobile, con lo sguardo fisso davanti.

Il difensore emise un lieve sospiro.

Easy parlò con voce chiara e melodiosa.

– Vorrei spiegare a tutti…..

disse,

– che sono stato effettivamente io ad apportare in certi punti

alcune modifiche alle bozze, modifiche per cui il testo sembra-

va dire proprio il contrario di quanto affermava in precedenza……

Il pubblico ministero si stupì talmente di vedere un robot alto

più di due metri rivolgersi alla corte con un discorso diretto,

che non ebbe la prontezza di opporsi subito a una procedura

chiaramente irregolare.

Quando riuscì a riprendersi dallo sbalordimento, era troppo

tardi. Perché Ninheimer si era alzato, nel banco dei testimoni,

e fissava il robot con espressione furiosa.

– Maledetto!

urlò a squarciagola.

– Ti era stato ordinato di tenere la bocca chiusa su questa…..

(Isaac Asimov, Tutti i miei robot)

 

 

 

 

easy

 

VIAGGI ONIRICI: il correttore di bozze (19)ultima modifica: 2014-06-09T00:00:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo