IL RISVEGLIO (in difesa di un Eretico…..)

In difesa della verità (e senza

inutili commenti):

1) Grillo…..

2) I soldi della casta….

3) La casta indignata….

4) Aggiornamento (del 16/04/2014 h. 13,33): la verità!

Deduzione all’equazione qui introdotta:

Il voto di scambio rende (vedi le nomine

alle poltrone):

la mafia è “istituzionalizzata….”

Prosegue in:

Il risveglio (2) &

Banche banchieri

 

 

ppdirecttriumpf1

 

 

 

 

 

L’Austria confina con l’Italia, e St. Valentin non dista

da Tarvisio più di 300 chilometri; eppure il 15 otto-

bre, trentunesimo giorno del viaggio, attraversammo

una nuova frontiera ed entravamo a Monaco, in pre-

da ad una sconsolata stanchezza ferroviaria, ad una

nausea definitiva di binari, di precari sonni su tavola-

ti di legno, di sobbalzi; per cui gli odori familiari, co-

muni a tutte le ferrovie del mondo, l’odore acuto del-

le traversine impregnate, dei freni caldi, del carbone

 combusto, ci affliggevano di un disgusto profondo.

Eravamo stanchi di ogni cosa, stanchi in specie di per-

forare inutili confini.

Ma, per un altro verso, il fatto di sentire per la prima

volta, sotto i nostri piedi, un lembo di Germania : non

di Alta Slesia o di Austria, ma di Germania propria, so-

vrapponeva alla nostra stanchezza uno stato d’animo

complesso, fatto di insofferenza, di frustrazione e di

tensione.

Ci sembrava di avere qualcosa da dire, enormi cose da

dire, ad ogni singolo tedesco, e che ogni tedesco avesse

da dirne a noi; sentivamo l’urgenza di tirare le somme di

domandare, spiegare e commentare, come i giocatori di

scacchi al termine della partita.

Sapevano, ‘loro’, di Auschwitz, della strage silenziosa e

quotidiana, a un passo dalle loro porte?

Se sì, come potevano andare per via, tornare a casa e

guardare i loro figli, varcare le soglie di una chiesa?

Se no, dovevano sacramente, udire, imparare da noi, da

me, tutto e subito: sentivo il numero tatuato sul braccio

stridere come una piaga.

Errando per le vie di Monaco piene di macerie, intorno al-

la stazione dove ancora una volta il nostro treno giaceva

incagliato, mi sembrava di aggirarmi fra torme di debitori

insolventi, come se ognuno mi dovesse qualcosa, e rifiutas-

se di pagare.

Ero fra loro, nel campo di Agramante, fra il popolo dei….

Signori ….

(Primo Levi, La tregua)

 

 

 

 

 

nazi-party-day-in-nuremberg-center-leni-riefenstahl_d8c48612-8381-492a-b323-ed5c123f7306

IL RISVEGLIO (in difesa di un Eretico…..)ultima modifica: 2014-04-15T00:03:00+00:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo