DOMENICA

Da  http://pietroautier.myblog.it

      http://giulianolazzari.myblog.it

 Il vecchio fece una pausa.

Powell si schiarì la voce, per far capire che desiderava parlare.

Dopo aver ricevuto un cortese cenno di assenso, Powell disse :

– Be’, almeno sappiamo questo. Ma, oltre a darci alcune notizie

sul defunto in che cosa ci può essere utile ?

Il vecchio alzò l’indice sinistro.

– Un po’ di pazienza, ragazzo mio, un po’ di pazienza.

Procediamo con calma e vediamo cosa incontriamo sul nostro

cammino.

– Il referto dell’autopsia di Weatherby ne parla solo come di una 

probabilità, ma, sulla base di ciò che è accaduto, sono propenso

a dargli un notevole peso. C’è, dunque una probabilità che la morte

sia dovuta a una bolla d’aria nel sangue, ma i patologi non ci 

giurerebbero. I medici curanti sostengono che la causa deve 

essere stata esterna, e che quindi non è dipeso da loro colpa.

Secondo me, hanno ragione.

E’ un peccato che Weatherby non posa più essere interrogato,

ma per qualcuno è una coincidenza molto fortunata.

Anche troppo fortunata, se vuoi sapere come la penso.

– Sono convinto che Weatherby facesse il doppiogioco, anche

se non posso immaginare per chi lavorasse.

( J. Grady, I sei giorni del condor, Bur ed. )

condor-.jpg

    

 

 

DOMENICAultima modifica: 2010-05-30T11:00:00+02:00da giuliano106
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento